Vaneggi culturali …o pessimismo cosmico?

di asterisco

Al di là dei contenuti di un articolo di un qualsivoglia argomento, e in particolare su di una pagina web, è di fondamentale importanza la sua leggibilità. Un’elencazione di citazioni, per quanto erudite, rivelano solo uno sfrenato narcisismo intellettuale.

Vien voglia di domandarsi cosa significhi il termine intellettuale: uno studioso che sforna un sapere asettico oppure un sapere che ha una sua dimensione profetica e che guarda lontano? La capacità di sintetizzare concetti da parte di chi scrive è direttamente proporzionale alla leggibilità del testo che è in grado di produrre.  

Una successione, quasi compiaciuta, verbale di infiniti nel voler risolvere l’equazione vita-morte (sic) condita da un elenco di frasi di personaggi autorevoli, da Bacone a Kafka, dall’Aretino a D’Annunzio per finire nientemeno all’affabulatore Walter Chiari, sembra non abbia alcun senso. Potremmo allora confortarci meglio con il famoso verso del poeta venosino “non omnis moriar” o ancora più efficacemente con Marcello Marchesi: “L’importante è che la morte ci trovi vivi”!

radionoff
radionoff
Articoli: 9769