Tortorelli (Uil): da Rapporto Svimez la foto della velocità da tartaruga dell’economia lucana

“A pochi giorni dallo sciopero regionale e delle regioni meridionali proclamato da Cgil e Uil, i dati del Rapporto Svimez presentato oggi a Roma confermano che la “ripresina” al Sud (rispetto agli anni della pandemia) non argina il disagio sociale e che sono i salari, il “lavoro povero” e le migrazioni giovanili le questioni più urgenti per il Paese”. È il commento del segretario regionale Uil Basilicata Vincenzo Tortorelli per il quale “la velocità da tartaruga dell’economia lucana è fotografata nel dato del Pil regionale che cresce dello 0,5% nel 2023 e secondo le previsioni raggiungerà il più 0,4% nel 2024. Inoltre, tra i numeri più allarmanti che rilanciano l’azione del sindacato, nel Mezzogiorno, la povertà assoluta tra le famiglie con persona di riferimento occupata è salita di 1,7 punti percentuali tra il 2020 e il 2022, dal 7,6 fino al 9,3%: quasi una su 10. Con uno scenario ancora più pesante perchè al Sud l’impatto dell’inflazione sui redditi delle famiglie è doppio e l’accelerazione dell’inflazione ha eroso soprattutto il potere d’acquisto delle fasce più deboli della popolazione. Sono state colpite con maggiore intensità le famiglie a basso reddito. Per i ricercatori dello Svimez, gelo demografico – chiuderemo in Basilicata il saldo migratorio 2023 con 16 mila unità – e diseguaglianze di genere e generazionali sono i fattori di rottura con il resto del Paese. E sono proprio le emigrazioni ad amplificare gli squilibri demografici con la previsione Svimez che di questo passo la Basilicata nel 2080 conterà 287mila abitanti-residenti effettivi. Lo abbiamo “gridato” nello sciopero del primo dicembre: Il Sud con questa manovra è ancora più indietro, ci sembra abbandonato. Non vediamo – conclude Tortorelli  – interventi diretti per dare un’idea di sviluppo del Mezzogiorno, non vediamo investimenti, neanche quelli previsti dal Pnrr che sono stati spostati e non capiamo dove saranno presi i soldi. E lo abbiamo detto di nuovo al Governatore Bardi: abbiamo bisogno di una velocità dell’economia lucana da lepre non da tartaruga”.

radionoff
radionoff
Articoli: 9775