Ultima chance per Mbappé: rinnovo tra due settimane o subito partenza

“Hai già quello che volevi”, ha detto Nasser Al-Khelaifi dopo aver dato la risposta più attesa nella sua apparizione, nella presentazione di Luis Enrique Martínez come allenatore del PSG, dopo insistenti domande sulla situazione di Kylian Mbappé , a cui ha lanciato un ultimatum. Rinnovare nelle prossime due settimane o avere “la porta aperta” per la vendita.

Il ‘caso Mbappé’ entra in uno scenario senza precedenti. Il fuoriclasse francese è stato messo in vendita se non accetta le condizioni del Paris Saint-Germain che Al Khelaifi ha esposto categoricamente. Il cambio di discorso di un dirigente sempre chiuso a trattare e segnare una cifra quando il Real Madrid si è interessato al giocatore ed è arrivato a offrire 200 milioni di euro in un’offerta che non ha nemmeno avuto risposta.

“Kylian deve decidere tra una settimana o due al massimo. Se non firma un nuovo contratto, la porta è aperta. È così per lui e per tutti. Nessuno è più grande del club, nemmeno io”, Al -Khelaifi ha detto in una conversazione con diversi media francesi dopo la sua apparizione nella nuova città sportiva del club parigino di Poissy, come pubblicato da Le Parisien .

Al-Khelaifi non ha nascosto la “delusione” provata quando ha saputo che Mbappé vuole partire a giugno 2024 con la lettera di libertà e senza lasciare i soldi per un alto trasferimento, come ha comunicato nella sua lettera al Psg.

“Non possiamo lasciare che il miglior giocatore del mondo vada libero. Ha detto che non sarebbe mai andato libero. Se vuole restare, deve firmare un nuovo contratto”, ha detto nella sua apparizione prima di mostrare in privato la sua sorpresa al ultimi eventi accaduti intorno a Mbappé che hanno assicurato che avrebbero indebolito il PSG.

Resta tutto nelle mani di Mbappé per decidere il suo futuro con quindici giorni come limite di tempo. Il 17 luglio è la data in cui dovrebbe unirsi alla preseason del PSG e il 22 il club francese inizia un tour in Giappone.

Il PSG ha mostrato le sue carte, disposto ad ascoltare le offerte se Mbappé non rinnova il suo contratto con scadenza 30 giugno 2024. Per non rimanere in una posizione di debolezza e rischiare di perdere uno dei migliori giocatori del mondo Senza entrate di trasferimento, Al-Khelaifi ha compiuto un deciso passo avanti nella sua strategia.

Nel frattempo, il Real Madrid attendeva gli eventi. Il suo numero 9 è ancora libero dopo l’addio di Karim Benzema, ha bisogno di un centravanti per chiudere il suo progetto per la stagione 2023-24 ed è in attesa di una chiamata dalla madre del giocatore, Fayza Lamari, che metterà una cifra prezzo della cessione e importo da pagare pagare il premio fedeltà.

“Se qualcuno ti ha fatto cambiare idea, non è colpa nostra, ma il miglior giocatore del mondo non se ne andrà gratis”, è stato il comunicato diffuso da Al-Khelaifi. Florentino Pérez, presidente del Real Madrid, ha 200 milioni riservati per affrontare l’operazione e la voglia di aprire il nuovo Santiago Bernabéu con un colpo di effetto che promuove il progetto sportivo della sua squadra per lottare ancora per il predominio del calcio europeo in Champions.

radionoff
radionoff
Articoli: 9707