Trasporti, Cotrab e Regione prendono accordi senza convocare i sindacati

Intanto Cotrab non paga gli stipendi ai lavoratori. Incontro urgente o sarà mobilitazione

Restiamo sconcertati per quello che sta succedendo in Basilicata in vista delle riapertura delle scuole prevista il 7 gennaio. Da una parte oggi Regione e Cotrab, in un tavolo prefettizio, raggiungono un accordo quanto mai discutibile senza la presenza dei sindacati su corse aggiuntive effettuate anche da società di noleggio per garantire la sicurezza, dall’altra lo stesso Cotrab annuncia di non poter pagare lo stipendio di dicembre perché la Regione può garantire il corrispettivo straordinario per i servizi aggiuntivi, affermando comunque di non poter pagare l’ordinario.
Un’assurdità rispetto alla quale chiediamo l’intervento immediato del prefetto. A fronte di un corrispettivo pieno previsto dal decreto Cura Italia per il trasporto pubblico, di nessuna ordinanza che sospende linee del contratto di servizi e di una richiesta di chilometri aggiuntivi richiesti dalla Regione, è incomprensibile la decisione delle aziende di sospendere le corse e mettere in cassa integrazione.
Alla luce di tutto ciò, Filt Cgil e Uil Trasporti hanno aperto le procedure di raffreddamento e segnaleranno agli organi competenti quello che ci sembra per lo meno un’ingiustizia se non una irregolarità del sistema.
Chiediamo altresì di essere convocati urgentemente, altrimenti andremo incontro a un gennaio caldissimo con i lavoratori che, essendosi prestati alla pari degli addetti sanitari a garantire un servizio essenziale, non sono più disposti ad accettare queste ingiustizie.

Immagine predefinita
radionoff
Articoli: 7300