Taranto-Francavilla: 2 a 0. In gol Falcone e Marsili. I rossoblu volano

di Simone Pulpito

In un soleggiato mercoledì pomeriggio, il Taranto guidato da mister Laterza torna a vincere tra le mura amiche, battendo agevolmente il Francavilla in Sinni per 2-0 grazie alle reti di Falcone e Marsili. In un soleggiato mercoledì pomeriggio, il Taranto guidato da mister Laterza torna a vincere tra le mura amiche, battendo agevolmente il Francavilla in Sinni per 2-0 grazie alle reti di Falcone e Marsili. Questa la cronaca del match. Al 7’, prima occasione del match, con Falcone che stacca di testa su cross di Boccia. Subito dopo Tissone ci prova sul servizio di Diaby, ma il suo tiro viene contrastato. Al 10’ sugli sviluppi di una punizione, cross di Marsili e, dopo un colpo di testa per liberare la palla dall’area, Gigi Falcone raccoglie il pallone e di destro colpisce al volo, siglando il vantaggio rossoblu. Al 15’ Galdean ci prova su punizione ma Sposito eutralizza senza troppi problemi. Al 17’ Diaby ci prova dal limite dell’area ma il suo tiro termina alto sopra la traversa. AL 22’ ci riprova Diaby, ma il suo tiro finisce ancora fuori. Al 24’ Cappiello ci prova di testa senza creare problemi a Sposito. Al 27’ Tissone sguscia bene tra le file vversarie e serve Diaz in area di rigore che viene abbattuto prima di arrivare al tiro, ma il direttore di gara non decreta calcio di rigore in favore dei padroni di casa. Al 32’ Guaita ruba palla sulla fascia e mette in mezzo un cross che nessuno riesce a finalizzare. Il pallone finisce sui piedi di Marsili che tira al volo e conquista un corner. Al 34’ punizione conquistata da Falcone nei pressi della bandierina. Dalla battuta ci va il solito Max Marsili che sfodera dal cilindro una magia, insaccando il pallone alla sua maniera e realizzando il goal che vale il raddoppio. Al 36’ Diaby commette un errore grave nella propria metà campo, regalando a Vukmirovic l’occasione per accorciare le distanze, ma lo stesso Diaby si immola e salva il risultato. Al 40’ Falcone dribbla un avversario e tira a giro ma Cefariello respinge in calcio d’angolo. Dallo stesso corner Marsili prova il bis ma Cefariello ci mette una pezza. Al 44’ ancora Marsili ci prova su punizione ma il suo tiro finisce al lato. Dopo 1 minuto di recupero, il primo tempo finisce sul punteggio parziale di 2-0. Nella ripresa il copione non cambi ed è ancora il Taranto ad attaccare e dominare il match. Al 50’ Falcone ci prova come sull’azione del goal, ma questa volta la palla finisce di poco alta sopra la traversa. Al 52’ Diaz porta palla per metà campo, supera un avversario e tira debolmente. Al 54’ nel Taranto prima sostituzione, con Acquadro che subentra a Tissone. Al 56’ Calemme prende il posto di Falcone. Al 57’ primo cartellino giallo del match estratto nei confronti di Cabrera. Al 59’ in campo bayian per il Taranto al posto di Diaz e per il Francavilla, De Marco prende il posto di Cappiello. Nel Francavilla Vukmirovic lascia il posto a Pisanello al 68’. Al 69’ doppia sostituzione nei padroni di casa con Marino e Matute che prendono il posto di Diaby e Guaita. Al 76’ Matute ci prova dalla lunga distanza ma il suo tiro finisce fuori dallo specchio. Nel Francavilla Semeraro prende il posto di Morleo. Al 78’ Caponero prende il posto di Petruccetti. Al minuto 89 Notarisfetano prende il posto di Fanelli nel Francavilla. Dopo 6 minuti di recupero, il match termina con la vittoria del Taranto per 2-0.
TARANTO: Sposito, Boccia, Guastamacchia, Rizzo, Ferrara, Marsili, Diaby (69’ Marino), Tissone (54’ Acquadro), Guaita (69’ Matute), Falcone (56’ Calemme), Diaz (59’ Abayian). A disposizione: Ciezkowski, Gonzalez, Shehu, Santarpia. All. Giuseppe Laterza.
FRANCAVILLA: Cefariello, Di Ronza, Nicolao, Galdean, Cabrera, Petruccetti (78’ Caponero), Morleo (76’ Semeraro), Navas, Cappiello (59’ De Marco), Vukmirovic (68’ Pisanello), Fanelli (89’ Notaristefano). A disposizione: Basile, Dopud, Ferraioulo, Lazic. All. Ranko Lazic.
MARCATORI: 10’ Falcone (T), 34’ Marsili (T). AMMONITI: Cabrera (F). CORNER: 4-7. ARBITRO: Giorgio Bozzetto di Bergamo (assistenti Giuseppe Bosco e Fabio D’Ettorre di Lanciano).

Torna su