«Prevederla quanto prima per lavoratori e lavoratrici dei servizi nei presidi ospedalieri»