Sostituzione di Pietro Simonetti al tavolo anticaporalato del ministero

“Riteniamo la sostituzione di Pietro Simonetti, in rappresentanza della Regione Basilicata, al Tavolo Nazionale anticaporalato, istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, una rimozione non giustificata, un atto gravissimo che conferma il modus operandi  di questa giunta regionale che rinnega la competenza, la professionalità e l’impegno di chi si è battuto con  rigore, etica e determinazione per la legalità e  per la dignità dei lavoratori immigrati contro ogni forma di sfruttamento. Probabilmente questa giunta , inconsapevolmente,  con le posizioni assunte, potrebbe  favorire  il proliferare della illegalità e lo sfruttamento dei lavoratori immigrati che operano in agricoltura. La mancata approvazione della delibera che avrebbe dovuto istituire la città della pace a Scanzano ne è la prova provata. Simonetti è una risorsa di conoscenza e competenza che non va dispersa e la Cgil si farà carico affinché la sua esperienza possa essere ancora a servizio del nostro territorio. Lo afferma il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa”. Lo afferma il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa.

Immagine predefinita
radionoff
Articoli: 7300