Serie C. Rossoblu spreconi: Potenza-Palermo  2 a 2

Allo stadio “Viviani” del capoluogo lucano si disputa la partita Potenza-Palermo valevole per la trentatreesima giornata del campionato di serie C. I potentini, diciassettesimi in classifica con 30 punti, dopo la vittoria di mercoledì sera nel derby contro il Picerno per 1-0, si sono rilanciati verso la lotta per la salvezza diretta. I siciliani, sesti in classifica a 52 punti in piena zona playoff, sono reduci dal pareggio interno contro la Fidelis Andria per 1-1. Una partita, quella contro i rosanero, dal fascino storico per i tifosi rossoblu che fa ricordare i fasti della serie B. Nello scorso campionato sempre in serie C, al “Viviani” finì con uno scialbo 0-0; in questa stagione all’andata al “Barbera” si imposero i siciliani 2-0. La società lucana ha indetto la promozione “In curva gratis fino a 18 anni” per invogliare numerosi ragazzi a sostenere il leone rampante in questo delicato finale di stagione. Mister Arleo schiera il Potenza con il 3-4-3: Greco tra i pali, Cargnelutti, Matino e Coccia in difesa. Chiavi del centrocampo affidate a Sandri e Bucolo con Zenuni e Nigro sulle fasce. Tridente offensivo composto da Cuppone, Guaita e Romero. Mister Baldini risponde con il 4-2-3-1: Massolo in porta, Doda, Marconi, Lancini e Giron a comporre il pacchetto difensivo. De Rose e Dall’Oglio sulla mediana del campo. Felici, Luperini e Valente a supporto dell’unica punta Brunori.

Partita subito vibrante e dai ritmi alti. Partono forte i padroni di casa con Coccia che si invola sulla fascia destra, crossa al centro per Romero che al volo, da buona posizione, calcia alto sopra la traversa (2’). Al 10’ prima occasione per i siciliani: la difesa potentina svirgola male, sul pallone si avventa Dell’Oglio che dal limite dell’area lascia partire un violento destro smanacciato in angolo da Greco. Dagli sviluppi del corner ancora una disattenzione difensiva lucana, il pallone arriva a Valente che in area col piattone impegna Greco reattivo nel respingere il tiro (11’).  Al 19’ i rossoblu si riaffacciano in avanti con la punizione dai venticinque metri di Zenuni che si spegne poco lontana dalla porta di Massolo. Al 23’ l’occasione più nitida del primo tempo per i rosanero: Valente sulla corsia destra crossa al centro area per Brunori che prende il tempo a Cargnelutti e a Greco in uscita ma la sfera esce di un nulla fuori. Un indiavolato Valente ancora sulla corsia destra crossa forte in area, Cargnelutti nel tentativo di anticipare gli attaccanti colpisce di testa in maniera maldestra verso la porta ma Greco devia evitando un clamoroso autogol (25’). Nel momento migliore del Palermo, il Potenza ha una grande reazione di orgoglio (27’): capitan Coccia scappa via sulla fascia destra, crossa al centro area per Romero che con una poderosa zampata supera Massolo per l’1-0 con il “Viviani” che esplode di gioia. Nel finale di primo tempo i lucani vanno vicini al raddoppio con il tiro a giro di Sandri che si spegne sul fondo di poco. Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione di gioco sul punteggio di 1-0 per i rossoblu. Ad inizio ripresa il Palermo effettua tre sostituzioni per provare a cambiare marcia ma al 60’ è il Potenza a trovare il raddoppio: sulla corsia sinistra bello scambio tra Nigro e Sandri con quest’ultimo che trova in profondità Cuppone che entra in area sul lato sinistro e con uno splendido tiro a giro (alla Insigne) supera Massolo per il 2-0.  I tifosi rossoblu sono in visibilio con i palermitani che sembrano accusare il colpo. Al 75’ grande occasione per chiudere il match per il Potenza: sulla corsia sinistra Zampano sul filo del fuorigioco arriva a tu per tu con Massolo ma l’esterno lucano si fa ipnotizzare dal portiere che riesce a deviare in angolo il tiro. Gol sbagliato, gol subito: al 78’ Cargnelutti spazza male il pallone che viene recuperato sulla trequarti dai rosanero, imbucata precisa per Soleri che in area con un potente destro supera Greco per il 2-1. Il Palermo rientra in partita e prova il tutto per tutto nei minuti finali con il Potenza che, invece, si impaurisce ed indietreggia di molto il baricentro. All’80’ ancora gli ospiti si involano sulla fascia destra crossano per Brunori che insacca ma il gol è annullato per fuorigioco. Il Potenza non riesce più ad uscire dalla propria metà campo ed il Palermo prova l’assedio. Il gol siciliano è nell’aria: Soleri sempre sulla corsia destra entra in area, punta Gigli, lo salta ed il difensore rossoblu commette fallo, per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Brunori batte Greco per il 2-2 (88’). Finale nervoso tra le due squadre. Dopo tre minuti di recupero al “Viviani” termina 2-2 una bella partita tra due squadre in forma che hanno offerto un bello spettacolo ai tifosi presenti allo stadio. Per il Potenza ennesima occasione persa con due punti “buttati” nei minuti finali. I rossoblu salgono a 31, i rosanero a 53. Mercoledì al “Viviani” arriva la Paganese in quello che è un vero e proprio spareggio salvezza da non fallire.

Il Tabellino

Potenza (3-4-3): Greco, Coccia (67’ Zampano), Cargnelutti, Matino, Bucolo, Sandri (81’ Gigli), Nigro, Zenuni (92’ Salvemini), Guaita (67’ Sepe), Cuppone, Romero (81’ Burzio). A disposizione: Marcone, Uva, Vecchi, Koblar, Ricci, Costa Ferreira, Zagaria. Allenatore: Arleo.

Palermo: (4-2-3-1): Massolo, Doda (46’ Buttaro), Marconi, Lancini, Giron (86’ Crivello), De Rosa, Dell’Oglio (46’ Odjer), Valente (60’ Floriano), Luperini, Brunori, Felici (46’ Soleri). A disposizione: Pelagotti, Accardi, Silipo, Somma, Damiani, Fella, Perrotta. Allenatore: Baldini.

Arbitro: Panettella di Gallarate.

Assistenti: Lazzaroni di Udine e Pintaudi di Pesaro.

Quarto ufficiale: Giaccaglia di Jesi.

Ammoniti: Sandri (Pz), Nigro (Pz), Zenuni (Pz), Valente (Pa).

Angoli: 5 (Pz) 4 (Pa).

Marcatori: 27’ Romero (Pz), 60’ Cuppone (Pz), 78’ Soleri (Pa), 88’ rig. Brunori (Pa).

Note: giornata serena ma fredda, 2 gradi circa. Spettatori 1587 di cui 102 da Palermo.

Serie C i risultati della giornata numero 33: Monterosi-Juve Stabia 3-0; Campobasso-Latina 2-0; Vibonese-Bari 0-1; Potenza-Palermo 2-2; Fidelis Andria-Paganese 1-0; Foggia-Catania 5-1; Avellino-Messina 1-1; Catanzaro-Turris 2-0; Virtus Francavilla-Picerno (ore 17:30). La classifica: Bari 71, Catanzaro 61, Avellino 56, Virtus Francavilla 55, Monopoli 55, Palermo 53, Foggia 50, Turris 45, Latina 44, Monterosi 43, Juve Stabia 42, Picerno 40, Catania 40, Campobasso 40, Taranto 36, Messina 33, Potenza 31, Paganese 30, Fidelis Andria 28, Vibonese 19.

La classifica: Bari 71, Catanzaro 61, Avellino 56, Virtus Francavilla 55, Monopoli 55, Palermo 53, Foggia 50, Turris 45, Latina 44, Monterosi 43, Juve Stabia 42, Picerno 40, Catania 40, Campobasso 40, Taranto 36, Messina 33, Potenza 31, Paganese 30, Fidelis Andria 28, Vibonese 19.

Default image
Nicola Cirigliano
Articles: 93