Serie C. Al Viviani il Potenza perde per 1 a 0 contro il Foggia. Per la squadra di Marchionni salvezza sempre più vicina

Stadio Viviani: un gol di Del Prete regala i tre punti al Foggia. Male il Potenza che ha cercato in tutti i modi, maggiormente nei minuti finali il gol del pareggio. Potenza (3-5-2): Marcone, Gigli, Conson, Sepe; Coccia, Ricci, Coppola (61′ Sandri), Bucolo, Panico (61′ Nigro); Mazzeo (67′ Romero), Salvemini (67′ Volpe). A disposizione: Santopadre, Brescia, Noce, Sandri, Romero, Nigro, Fontana, Di Livio, Volpe, Di Somma, Bruzzo, Cavaliere. Allenatore: Ferrari (vice di Gallo). Foggia (3-5-2): Fumagalli, Anelli (73′ Germinio), Gavazzi, Del Prete, Kalombo (90′ Pompa), Vitale, Salvi (73′ Morrone), Garofalo, Di Jenno (90′ Agostinone); D’Andrea (72′ Baldè), Dell’Agnello. A disposizione: Jorio, Galeotafiore, Germinio, Said, Agostinone, Moreschini, Morrone, Iurato, Pompa, Nivokazi, Balde, Turi. Allenatore: Marchionni. Arbitro: Perenzoni di Rovereto (Assistenti: Micaroni di Chieti e Meocci di Siena). Reti: 7° Del Prete (F). Ammoniti: 12° Salvi (F), 16° Sepe (P), 21° Dell’Agnello (F), 24° Anelli (F), 49° Gigli (P), 77° Garofalo (F), 91° Volpe (P). Espulsi: 83° Sepe (P). Obiettivo salvezza. È questa la missione che gli uomini di mister Marchionni stanno tentando di portare a termine. Grazie alle nuove regole sulle retrocessioni e sui playout, la vittoria contro i rossoblu pò significare chiudere quasi definitivamente il discorso salvezza. In panchina il posto del nuovo allenatore Fabio Gallo è stato ricorperto dal suo vice Ferrari. Gallo non ha potuto guidare i rossoblu in quanto doveva scontare una giornata di squalifica rimasta in sospeso da questa estate quando era alla guida della Ternana. Il marchio di fabbrica di mister Gallo è il 4-3-1-2, ma ha optato per il modulo 3-5-2.

Dichiarazioni post partita di Scalese, Coppola e Ferrari
Torna su