Scadenze fiscali aprile 2021, il calendario degli adempimenti

Dal versamento dei contributi Inps alla dichiarazione Iva annuale, fino all’esonero del canone Rai: tutte le scadenze del mese di aprile.

Il calendario con le scadenze fiscali del mese di aprile parte con il versamento dei contributi Inps per i lavoratori domestici entro il giorno 10. Prosegue con la dichiarazione Iva annuale, il secondo acconto delle imposte IRPEF, IRES e IRAP per i soggetti Isa e i forfettari danneggiati dall’emergenza sanitaria. Tra i vari appuntamenti da non perdere, bisogna ricordare che entro fine aprile si dovrà inviare anche la domanda per l’esenzione per il canone Rai per gli aventi diritto. Durante tutto il mese e fino al 28 maggio si potrà presentare la domanda per l’accesso ai contributi a fondo perduto previsti dal decreto Sostegni. È stato invece spostato il termine ultimo per adeguarsi al nuovo tracciato telematico per l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri dal primo aprile al 1°ottobre 2021, così come sono stati modificati i termini di diversi adempimenti relativi alla dichiarazione dei redditi, con la dichiarazione precompilata che sarebbe dovuta partire il 10 aprile e che sarà invece disponibile a partire dal 10 maggio.
Vediamo nel dettaglio il calendario degli appuntamenti fiscali del mese di aprile 2021. Scadenze fiscali 10 Aprile 2021
Contributi lavori domestici
Scade il termine per il pagamento dei contributi Inps relativi al primo trimestre 2021. Sono obbligati al versamento i datori di lavoro che hanno come dipendenti lavoratori che prestano servizi domestici e familiari. I contributi da versare sono relativi al trimestre precedente, e si riferiscono ai dipendenti che svolgono tutte quelle mansioni di tipo domestico: non solo colf e badanti, ma anche assistenti familiari o baby sitter, governanti, camerieri e così via.
Scadenze fiscali 15 Aprile 2021
Proroga comunicazione superbonus 110%
I contribuenti che hanno sostenuto spese agevolate ai fini del superbonus 110% nell’anno 2020 e che intendono godere dello sconto in fattura o della cessione del credito devono procedere alla comunicazione telematica per segnalare l’opzione prescelta entro il 15 aprile.
Scadenze fiscali 16 Aprile 2021
Il 16 aprile 2021 è prevista la scadenza per gli adempimenti periodici a carico dei titolari di partita Iva, ovvero versamento di IVA, Irpef e contributi Inps. Il versamento Irpef riguarda le ritenute alla fonte operate su:

  • redditi da lavoro dipendente e assimilati corrisposti a marzo 2021 (il sostituto d’imposta deve versa anche le addizionali regionali e comunali);
  • redditi da lavoro autonomo corrisposti a marzo 2021, le provvigioni relative a rapporti di mediazione, agenzia e rappresentanza sempre relativi al mese precedente. Per il versamento si utilizza il mod. F24.
    IVA – Liquidazione periodica – Soggetti mensili
    I contribuenti Iva mensili devono versare l’Iva relativa al mese di marzo 2021, utilizzando il mod. F24 – codice tributo: 6003 (versamento Iva mensile – marzo).
    Ritenute alla fonte
    Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.
    Imposta sugli intrattenimenti
    I soggetti che esercitano attività di intrattenimento devono versare l’imposta relativa alle attività svolte con carattere di continuità nel mese di marzo, utilizzando il modello F24 telematico con indicazione del codice tributo 6728.
    Versamento ritenute sugli utili
    Le società di capitali, gli enti pubblici e privati diversi dalle società, nonchè i trust residenti nel territorio dello Stato che hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali, devono provvedere al versamento delle ritenute sui dividendi corrisposti nel trimestre precedente, nonché delle ritenute sui dividendi in natura versate dai soci nel medesimo periodo.
    Scadenze fiscali 26 Aprile 2021
    Il 26 aprile scade la presentazione alla Agenzia delle Entrate, degli elenchi riepilogativi Intrastat sulle cessioni di beni e prestazioni di servizi del mese precedente (e primo trimestre 2020) verso i soggetti dell’Unione Europea. I soggetti interessati (Società di persone, società semplici, Snc, Sas, Studi Associati, Società di capitali, Cooperative, Sapa, Enti pubblici, Lavoratori autonomi, professionisti) dovranno presentare:
  • l’elenco riepilogativo delle categorie di operazioni verso soggetti di un altro Stato membro della Comunità Europea. Si tratta di cessioni di beni tra stati, servizi diversi da quelli coinvolti da specifiche deroghe territoriali;
  • l’elenco riepilogativo delle categorie di operazioni presso soggetti passivi. Si tratta in questo caso sia di acquisti tra stati di beni comunitari sia di prestazioni di servizi.
    Scadenze fiscali 30 Aprile 2021
    Dichiarazione IVA
    Scade il termine per la presentazione della dichiarazione Iva 2021 per l’anno 2020. Il modello Iva dovrà essere presentato dai titolari di partita Iva che esercitano attività d’impresa, o professionali. La presentazione va fatta per via telematica direttamente o tramite un intermediario abilitato.
    Acconto Imposte Dirette 2020
    I soggetti che si sono avvalsi della possibilità di non versare il secondo acconto delle imposte dirette in scadenza al 30/11/2020 in base al decreto Ristori deve provvedere in data 30 aprile al versamento dell’acconto senza sanzioni e interessi. In particolare, devono versare il secondo o unico acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP relativo al periodo d’imposta 2020 le Partite Iva che esercitano attività comprese negli ISA (Indici di affidabilità fiscale) o che applicano il Regime forfettario, che hanno perso almeno il 33% del fatturato rispetto all’anno precedente.
    IVA – rimborsi trimestrali
    Scade il termine per la presentazione della richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale (Modello Iva TR).
    Esterometro
    Scade il termine per l’invio dei dati del primo trimestre 2021 ai fini dell’esterometro. Ricordiamo che dal 2021 l’esterometro è trimestrale e che dal 2022 sarà abolito a fronte però di invio di altri dati tramite il SdI (sistema di interscambio) dell’Agenzia delle Entrate.
    Uniemens
    Scade il termine per l’invio telematico della dichiarazione Uniemens relativa al mese precedente.
    Rinnovo Contratti di Locazione – Imposta di Registro
    Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone annuo – relativa ai contratti di locazione non soggetti a cedolare secca decorrenti dal giorno 1 del mese.
    Esonero dal canone Rai
    Il 30 aprile 2021 è anche l’ultimo giorno per inviare la domanda di esonero (dichiarazione sostitutiva) del pagamento del canone Rai. Sono interessati da questa scadenza i contribuenti pari o superiori a 75 anni, in possesso dei requisiti previste dalla legge. La domanda di esenzione va inviata con raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – 10121 – Torino, o consegnata direttamente presso un ufficio territoriale delle Entrate.
Torna su