Regione Basilicata: Bardi dice no a 2 assessori di Fdi

La crisi si complica dopo il comunicato dei meloniani. Il presidente della Giunta, vuole a tutti costi avere la fiducia lunedì. Poi riaprirà le trattative per eventuali compensazioni

“È fondamentale che Fratelli d’Italia accetti di rientrare in Giunta: chiedo che mi venga indicato il nome che il partito riterrà più utile a ricoprire tale incarico”. Così, in una dichiarazione all’Ansa, il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. “Apprezzo molto che – ha aggiunto il governatore lucano – Fratelli d’Italia sottolinei l’importanza dei risultati raggiunti in questi tre anni per la Basilicata, che solo il centrodestra unito può continuare a garantire. Ribadisco che il perimetro della nostra coalizione è quello rappresentato da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia: non è immaginabile una maggioranza senza Fratelli d’Italia. Tutti, io compreso, dobbiamo riconoscere che nessuna forzatura, passata e presente, è stata ed è utile ai fini di un clima di cooperazione finalizzato al buon governo”. “Respinta poi la mozione di sfiducia” (presentata da M5s e Pd e che sarà discussa lunedì, 28 marzo) “e il tentativo di mandare a casa questa importante esperienza di Governo – ha proseguito Bardi – continueremo a discutere per superare definitivamente questo momento di confronto e trovare un assetto complessivo che tuteli e faccia sintesi tra le legittime aspirazioni di tutti, nell’interesse supremo del bene dei lucani. Prevalga il senso di responsabilità. Abbiamo il dovere di trovare una sintesi, in una rinnovata e rinforzata coesione, per il rilancio dell’iniziativa politica condivisa di questo governo regionale, nel rispetto degli impegni presi nei confronti della cittadinanza per dare loro risposte concrete, efficaci e veloci”.

Default image
radionoff
Articles: 7001