Petrolio in Basilicata. “Tempa Rossa” sotto la lente dell’Arpab

“Come richiesto dall’assessore regionale luvcano Gianni Rosa, l’Arpab sta continuando a controllare e monitorare la situazione di Tempa Rossa”. È quanto dichiara il direttore generale dell’Agenzia, Antonio Tisci (nella foto), che aggiunge: “Consegnato alla Regione Basilicata un dossier su tutte le gravi inadempienze della multinazionale francese. A differenza di quanto accaduto nel passato, Arpab sta facendo le pulci all’impianto di Tempa Rossa per impedire che si ripetano errori dovuti a frettolosa superficialità. La multinazionale francese deve sapere che, se vuole estrarre in Basilicata, il suo legittimo interesse al profitto deve svolgersi nel più rigoroso rispetto dell’ambiente e delle norme nazionali e regionali che disciplinano l’attività. La Basilicata non è il delta del Niger. Partecipazione, efficienza e legalità. L’unica cultura che conosco è quella delle idee che diventano azioni”.

Torna su