Pesca, ambiente e trasporto alimenti. Controlli congiunti Polizia Stradale e Capitaneria di Porto di Maratea (PZ)

Il personale della Capitaneria di Porto di Maratea unitamente al personale della Polizia Stradale della Sottosezione di Lagonegro, è stato impegnato in una intensa attività di prevenzione e controllo su mezzi in transito lungo l’autostrada A2 del Mediterraneo e la Statale 585 Fondovalle del noce sul rispetto delle norme del Codice della strada, del Codice ambientale, relativamente agli aspetti in materia di sicurezza sul trasporto di prodotti alimentari derivati dalla pesca. Sono stati effettuati controlli ed ispezioni ai mezzi che trasportano pescato in arrivo dai porti del litorale ionico e tirrenico, con l’obiettivo di controllare l’intera filiera ittica e garantire che sulle tavole degli italiani arrivino prodotti idonei al consumo e non potenzialmente pericolosi per la salute umana. Per quanto attiene il controllo sulla tracciabilità della filiera ittica, sono stati ispezionati quattro vettori che contenevano svariati chilogrammi di prodotto ittico risultato regolarmente etichettato e tracciato. In tema di circolazione stradale gli agenti operanti hanno elevato 17 verbali amministrativi ad automezzi che effettuavano trasporto professionale di alimenti non osservando le vigenti normative del codice della strada e numero 7 violazioni alle prescrizioni COVID 19 imposte con D.L. 19 del 2020. L’attività di controllo svolta, che proseguirà durante l’anno corrente, mira a: verificare la sicurezza stradale e ambientale mediante controlli congiunti con le altre forze di polizia al fine di concentrarsi sui propri settori di competenza e rendere i controlli sempre più efficaci e completi; tutelare il consumatore finale verificando che il prodotto ittico sia conforme ai requisiti di legge per quanto attiene alla tracciabilità e all’etichettatura, in contrasto al fenomeno della contraffazione delle etichette.

Torna su