New York. Catturato l’autore della sparatoria a Brooklyn

Frank James (nella foto – Reuters) resterà in carcere e senza possibilità di uscire su cauzione. Lo ha deciso il giudice della corte di New York dove è stato portato l’uomo che, martedì mattina, ha seminato il panico nella metropolitana di Brooklyn, sparando trentatré colpi sui passeggeri di un treno, dopo aver lanciato due granate lacrimogene. Ventitré le persone rimaste ferite, nessuna in pericolo di vita. “Rappresenta un pericolo per la comunità”, ha spiegato il giudice nel motivare la decisione. James, 62 anni, da trenta nei file delle polizie locali di New York e New Jersey per una serie di reati, è stato arrestato due giorni fa grazie alla segnalazione di un passante e allo stesso James, che aveva chiamato la polizia per dire che si trovava dalle parti di un McDonald’s, nell’East Village.

James rivolgendosi al sindaco Adams ha detto: «Sono vittima del suo programma per la salute mentale, ho 63 anni e sono pieno di odio, di rabbia e di amarezza», dice James, che parla anche della gestione dell’assistenza alle persone senza dimora nella città: «Che stai facendo fratello? Che sta succedendo con gli homeless?». Frank James era stato segnalato nel 2019 al sistema di monitoraggio anti-terrorismo del Fbi. Era stato arrestato dodici volte in passato fra il 1992 e il 1998: nove volte a New York e altre tre volte in New Jersey. Nonostante questi precedenti, James è riuscito ad acquistare legalmente, in Ohio, l’arma con cui ha agito nella metropolitana, una Glock nove millimetri. Quando il giudice gli ha chiesto se avesse compreso il testo delle accuse, in cui si parla di “atto di terrorismo”, James ha risposto di sì. Se condannato, rischia l’ergastolo.

Default image
radionoff
Articles: 7001