La scuola riparte con lezioni in presenza

Tra green pass e mascherine riparte la scuola. Il 1 settembre riaprono gli istituti scolastici anche se solo per le attività amministrative e per le “attività ordinarie di rafforzamento degli apprendimenti”. Mentre per le lezioni vere e proprie, con i ragazzi in presenza in classe, bisognerà aspettare, per la maggior parte delle Regioni, il 13 settembre che è la data proposta dal ministero dell’Istruzione. Ma il calendario scolastico è vario perché spetta alle Regioni decidere in autonomia le date d’inizio e fine lezioni, con l’unico vincolo da rispettare che è quello di totalizzare nell’anno almeno 200 giorni di scuola. I primi a sedersi ai banchi in aula saranno i ragazzi della provincia di Bolzano il 6 settembre, gli ultimi quelli della Calabria e della Puglia il 20 settembre. Il 14 toccherà alla Sardegna; il 15 a Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana; il 16 al Friuli Venezia Giulia e alla Sicilia. Tutte le altre Regioni inizieranno il 13 come da indicazione ministeriale. Intanto il Garante per la protezione dei dati personali, in via d’urgenza, ha espresso parere favorevole sullo schema di decreto del presidente del Consiglio dei ministri che introduce modalità semplificate di verifica delle certificazioni verdi del personale scolastico, alternative a quelle ordinarie che prevedono l’uso dell’App VerificaC19, che rimane comunque utilizzabile

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi