La rovina del pavone superbo

In un lussureggiante giardino un magnifico pavone amava mostrare la sua bellezza. Ogni giorno apriva la sua coda piena di splendide piume e si pavoneggiava davanti agli altri animali, vantandosi della sua grazia e del suo splendore. Un corvo, osservando il pavone con invidia, si avvicinò un giorno e disse: “Pavone, sei indubbiamente bellissimo ma la tua bellezza esteriore non riflette la tua vera grandezza. Hai dimenticato che la vera grandezza risiede nell’umiltà e nella gentilezza non nell’ostentazione e nell’arroganza”.

Il pavone, offeso dalle parole del corvo, lo ignorò e continuò a vantarsi della sua bellezza.
Un giorno un cacciatore entrò nel giardino con l’intenzione di catturare un uccello per il suo collezionismo. Vedendo il pavone con la sua coda spettacolare il cacciatore lo prese di mira.
Il corvo, più modesto e discreto, osservò silenziosamente da lontano senza attirare l’attenzione del cacciatore.

Quando il cacciatore sparò il pavone, troppo presuntuoso per rendersi conto del pericolo, fu colpito e cadde al suolo, la sua coda ridotta in brandelli.
Il corvo, con la sua modestia e prudenza sfuggì al pericolo e rimase intatto.

L’arroganza e l’ostentazione possono portare alla rovina, mentre l’umiltà e la modestia spesso portano alla sicurezza e alla prosperità. Coloro che si vantano della loro grandezza esteriore rischiano di perdere di vista ciò che è veramente importante nella vita e ‘cosa sono’ in realtà!

radionoff
radionoff
Articoli: 9825