La comunicazione (video)

Comunicare significa mettere insieme, scambiare informazioni, conoscenze, bisogni, atteggiamenti, emozioni, percezioni tra soggetti coinvolti in un determinato contesto spazio-temporale su tematiche comuni. La comunicazione quindi non è solo passaggio unidirezionale di notizie e di informazioni, non è divulgazione. Gli elementi della comunicazione sono il canale (che può essere orale, scritto, gestuale, sonoro), il mezzo (che può essere la carta, la TV, il telefono, ecc.), il rumore (i disturbi e le interferenze nella trasmissione dei messaggi), il codice (insieme di segni e simboli che quando sono organizzati e condivisi diventano linguaggio), il contesto (dove avviene lo scambio), il feed-back (la reazione del ricevente al messaggio dell’emittente). I fattori che influenzano il comportamento comunicativo sono il contesto socio-ambientale. Il tipo di relazione (su tre direttrici: parità/potere, familiarità/estraneità, confidenza/freddezza), i ruoli dei comunicanti (la loro identità al momento dello scambio), il canale comunicativo (visivo, telefonico, ecc.). La comunicazione è un fenomeno complesso che si articola in varie componenti tra loro dinamicamente connesse: gli scopi per cui si comunica (soddisfare bisogni, indurre comportamenti, trasferire informazioni, manifestare sentimenti, ecc.). Quando comunichiamo, trasmettiamo molto più di ciò che vorremmo dire con le nostre parole: i gesti, la postura, l’intonazione della voce, persino il silenzio possono rivelare emozioni e pensieri, influenzando l’efficacia del nostro messaggio. Esistono tre livelli di comunicazione: verbale, paraverbale e non verbale.

Di comunicazione hanno discusso con il direttore di Radionoff e scrittore, Luigi Pistone, la scrittrice Marcella Nigro, la poetessa Gilda Rezzuti e lo scrittore Enrico Casartelli. Di seguito il video.

Immagine predefinita
Gianfranco Lotito
Articoli: 60