Israele e Palestina. Le prime elezioni legislative in 15 anni

Il capo del coordinamento delle attività governative nei territori Kamil Abu Rukun ha avvertito che Israele “fermerà tutto” se Hamas vincerà le imminenti elezioni parlamentari, si legge su Il Times of Israel. In un’intervista con l’emittente pubblica israeliana Kan, ha detto: “Questa, almeno, sarà la mia raccomandazione, basata su cose accadute in passato e su ciò che vedo sul campo”, ha sottolineato. Il funzionario israeliano ha ribadito che Israele dovrebbe impedire lo svolgimento delle elezioni palestinesi a Gerusalemme est. Mercoledì, Kan ha riferito che il capo dell’agenzia di sicurezza Shin Bet, Nadav Argaman, ha esortato il presidente dell’Autorità Palestinese (AP) Mahmoud Abbas a cancellare le imminenti elezioni del parlamento palestinese se Hamas prenderà parte. Rispondendo ad Argaman, Abbas ha risposto: “Non lavoro per te. Deciderò se ci saranno le elezioni e con chi. Avete creato voi Hamas, non io”. Intanto funzionari delle elezioni palestinesi hanno annunciato domenica che 36 liste di candidati sono state approvate per partecipare alle elezioni legislative fissate per il mese prossimo, le prime elezioni palestinesi in 15 anni. Il voto, che precede le elezioni presidenziali indette per il 31 luglio, fa parte di uno sforzo dei movimenti palestinesi dominanti – i secolaristi di Fatah e il gruppo di Hamas – per aumentare il sostegno internazionale al governo palestinese.

Torna su