«Il Pnrr deve essere utilizzato per tutelare e valorizzare l’acqua lucana»

di Gianni Perrino, consigliere regionale dell’M5s Basilicata

Qualche giorno fa l’assessore Latronico ha espresso il suo pensiero sulla risorsa acqua, ritenendola qualcosa di molto importante per la nostra regione. Parole condivisibilissime che tuttavia cozzano con quella che è la realtà quotidiana dell’intero territorio regionale. 

Siamo in una terra ricca d’acqua tanto da aver inserito i 4 fiumi principali nello stendardo regionale, ma è pur vero che questa risorsa appare fortemente trascurata. Nonostante il difficile periodo caratterizzato da una siccità che sta colpendo soprattutto le regioni del nord, in Basilicata assistiamo ad una serie di paradossi che necessitano di essere affrontati.

Sì susseguono notizie su clamorose perdite da condutture che dovrebbero essere in capo al consorzio di bonifica. L’ultima è quella relativa ad una conduttura nei pressi del ponte Bayley nei pressi di Grottole e si aggiunge a quella di Rotondella che ha accumulato sprechi per anni. Senza dimenticare le carenze di carattere strutturale che caratterizzano le dighe regionali, anch’esse protagoniste di sprechi incredibili.

Ci si augura vivamente che oltre alle parole, l’assessore Latronico vigili attentamente su quelli che saranno i progetti del PNRR legati alla risorsa acqua che verranno gestiti dalla regione o da altri enti come il consorzio di bonifica. I soldi in arrivo devono essere spesi per progetti efficaci per la valorizzazione di questo bene prezioso, anche nell’ottica di raggiungere zone ancora non servite. Se lo mettano bene in testa  tutti coloro che si sfregano le mani per far partire l’ennesima infornata di consulenze.

Immagine predefinita
intervento
Articoli: 426

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.