Fsba: «Arrivati i soldi, chiudiamo il 2020. Ora urgono le risorse per cominciare a pagare il 2021»

Il Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (unico soggetto che eroga gli ammortizzatori sociali nel Comparto artigiano) ha trasferito all’Ebab (Ente Bilaterale Artigianato Basilicata) le risorse necessarie per terminare i pagamenti della cassa integrazione fruita da lavoratrici e lavoratori per chiudere il 2020. Ne danno notizia il presidente e il vice presidente Ebab Rosa Gentile ed Enzo Iacovino. E’ stato possibile grazie all’accredito al Fondo delle somme rendicontate, al Ministero del Lavoro, qualche settimana fa: poco meno di 36 milioni. “Si chiude così l’anno 2020, anche per le domande che in queste ore vengono inserite nel sistema di FSBA (per completare la documentazione ci sarà ancora qualche giorno di tempo). Il Fondo degli Artigiani ha terminato la trasmissione all’Agenzia delle Entrate delle Certificazioni Uniche per prestazioni corrisposte direttamente al lavoratore nell’arco dell’anno passato (quando la cassa integrazione è stata pagata tramite l’azienda, è questa che ha provveduto alla tassazione e alla certificazione dei redditi). Si tratta – è scritto in una nota – di 420.409 C.U. che i lavoratori artigiani dipendenti possono scaricare accreditandosi direttamente nel sistema, grazie ad una specifica innovativa procedura. Ma possono trovare la Certificazione anche nel proprio cassetto fiscale, averla tramite l’azienda o il consulente della stessa. Ancora, possono essere supportati in questa operazione dagli Enti Bilaterali Regionali dell’Artigianato che fin dall’inizio hanno collaborato con il Fondo nella raccolta e lavorazione delle domande di ammortizzatore sociale. Ma, per le lavoratrici ed i lavoratori che si rivolgeranno ad un CAF per la dichiarazione dei redditi, i dati della cassa integrazione percepita nel 2020 verranno reperiti lì direttamente. Tante modalità differenti messe a disposizione dal Fondo dell’Artigianato per semplificare le procedure, per fornire informazioni ad ognuno in modo riservato, trasparente ed efficiente. In partenza, su questo, anche una vasta campagna informativa rivolta a tutti gli attori dell’Artigianato: dipendenti, aziende, consulenti, centri servizio, luoghi della rappresentanza. Nel frattempo FSBA è pronto a partire con il pagamento della cassa integrazione dei mesi di gennaio e febbraio. Occorre però che vengano prima attribuite e poi assegnate e conferite le somme a ciò destinate dalla Legge di Stabilità per le 12 settimane di ammortizzatore previste. Si tratta di 675 milioni, cui si aggiungeranno le ulteriori risorse previste dal Decreto Sostegni per mettere in protezione lavoratrici e lavoratori per le ulteriori 28 settimane di cassa integrazione di possibile fruizione entro quest’anno. Non si può che auspicare una specifica attenzione da parte dei Ministri del Lavoro e dell’Economia e celerità da parte degli Uffici preposti (Corte dei Conti, Ragioneria dello Stato, Ufficio Centrale di Bilancio, oltre agli stessi Dicasteri). I diritti dei lavoratori, tanto più perché sospesi dal lavoro in una situazione economica, produttiva e occupazionale difficile, vanno tenuti nella massima considerazione. Per la Basilicata dal Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato sono stati erogati sinora 1,250 milioni di euro per la cassa integrazione guadagni. Sono in media circa 3mila i lavoratori dipendenti di imprese artigiane beneficiari del sostegno al reddito”.

Torna su