Euro 2020-2021. Ottavi: l’Italia incontra l’Austria

Sarà l’Austria la rivale dell’Italia agli ottavi di Euro 2020-2021. Con il successo contro l’Ucraina, la squadra di Franco Foda si è presa il secondo posto del gruppo C alle spalle dell’Olanda e il primo storico accesso alla fase a eliminazione diretta di un campionato europeo (alla terza partecipazione). Una piccola impresa, se si considera la storia avara di soddisfazioni e piazzamenti di spicco (solo la finale olimpica di Berlino 1936 e il terzo posto nel Mondiale del 1954), arrivata non senza fatica. Sei punti in tre partite, arrivati con la Macedonia del Nord all’esordio (3-1) e nello scontro diretto finale con l’Ucraina: 1-0, un risultato che poteva essere più largo non tanto per il gioco degli austriaci quanto più per le sbandate della squadra di Shevchenko, completamente fuori partita. E i numeri certificano le fatiche dell’Austria nel girone: 4 i gol realizzati, 3 quelli subiti (a quello concesso a Pandev si aggiungono le reti di Depay e Dumfries contro l’Olanda). Foda, che in carriera da allenatore ha già affrontato Mancini (Lazio-Sturm Graz nel 2001/02, 3-1 in favore dei biancocelesti di Mancini) ha un suo modulo di riferimento, il 3-5-2 adottato nelle prime due giornate del girone, ma sa anche cambiare: lo dimostra la scelta di utilizzare il 4-2-3-1 per bloccare le iniziative degli ucraini e limitare al minimo i pericoli alla porta di Bachmann. Missione compiuta.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi