Dal Camerun nuova variante del Covid-19

Scoperta un’altra mutazione Covid-19 e, di conseguenza, tornano nuovamente i timori in tutto il mondo. Dopo quella sudafricana di qualche settimana fa, ora è la volta variante originaria del Camerun. È stata rinvenuta grazie a un’accurata ricerca condotta da una decina di centri europei guidati dall’Università lituana di Vilnius ed è stata individuata nella stessa Lituania, ma anche in Francia, Germania, Spagna e Belgio. Secondo l’autore della ricerca, Gytis Dudas, essa presenta delle mutazioni comuni a quelle già individuate precedentemente e che devono dunque essere analizzate con la massima attenzione. Secondo lo studio, pubblicato anche sulla rivista Science, questa nuova mutazione sarebbe originaria dell’Africa centrale e si sarebbe poi espansa inizialmente in Paesi piuttosto poveri come Indonesia e Brasile, per giungere infine in Russia e nel cuore dell’Europa. La preoccupazione ora è tanta. Secondo gli esperti e lo stesso Dudas questa variante potrebbe diffondersi in maniera esponenziale e creare focolai interni pericolosi nei Paesi dove le vaccinazioni sono davvero scarse se non quasi nulle. Il compito principale ora è affidato ai paesi più ricchi: sarebbe fondamentale sostenere con misure di contenimento più rigide i Paesi più bisognosi per cercare di evitare la diffusione della variante camerunense.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi