Conversazione schock sul Virus Corona. Vaccini e gli effetti collaterali

L’avvocato tedesco Reiner Fuelmich, che sta perseguendo una causa internazionale contro la “frode” Covid, discute con il suo staff e la ricercatrice Schmidt-Krüger sui vaccini a mRNA. Di seguito la tracsrizione della conversazione che si è svolta online tra lo studio legale e la ricercatrice.

Reiner Fuelmich. Non è il normale effetto di un vaccino, così come lo conoscevano sinora, ma è più simile all’effetto che ha l’intrusione genetica. Sbaglio? In realtà bisognerebbe dire che si tratta proprio di un esperimento genetico.

Schmidt-Krüger. Beh, lo è, perché seppure i vaccini non contenessero Dna come contaminante ci  sarebbe comunque un’interferenza genetica. Non so quanto sia importante la contaminazione. Hanno solamente spiegato che presenta delle impurità. Allora saremmo tutti in pericolo. Perché le nostre cellule sono soggette a una continua dinamica. È vero che nel nostro corpo, ogni giorno, milioni di cellule muoiono e sono sostitute da delle nuove: proviamo solo a pensare a tutte le cellule staminali e immunitarie. È un continuo avvicendamento. Se ci sono delle impurità, beh, allora dovrebbero essere ancora ottimizzate. Diciamo che questo non basta. E se un medico del laboratorio prende di nuovo in mano queste provette, deve controllare che non ci siano ancora dei frammenti perché se ci fossero sarebbero inutilizzabili. Non so proprio se questo viene comunicato.

Reiner Fuelmich. Posso fare di nuovo un passo indietro? Solo una breve domanda. Ha appena detto che l’Ema ha respinto qualche progetto, ma quando è stato risistemato l’ha fatto rientrare. Quindi perché si vaccina già? Come si può spiegare?

Schmidt-Krüger . C’è una forte spinta da parte della politica. Probabilmente c’è.

Componente dello studio legale.  Il punto critico è: non c’è nessuna positiva correlazione tra diverse quantità di vaccino. Ciò significa che abbiamo lo stesso effetto  sia con 10 microgrammi che con 20 microgrammi, così come con 30. Nonostante ciò vogliono usare 30 microgrammi come dose vaccinale sebbene 30 microgrammi mostrino dare molti più effetti collaterali di 10 microgrammi. Insomma il beneficio è lo stesso ma il rischio è maggiore. Questo è scientifico. Non è scientificamente accettabile, non lo si può fare.

Schmidt-Krüger. Pertanto (vi spiego): se faccio una richiesta di sperimentazione animale e scrivo che voglio somministrare una dose da 30 microgrammi devo giustificare perché 30 e non 10 microgrammi. Se non lo faccio non riuscirò mai a ottenere l’autorizzazione per la mia sperimentazione poiché il presupposto è che io possa ottenere lo stesso effetto con 10 microgrammi così come con 30.

Reiner Fuelmich. Se nell’ambito della fase 1 è previsto testare la quantità che porta efficacia, ed è pure chiaro, Signora Schmidt-Krüger come lei ha appena detto, che l’efficacia resta la stessa indipendentemente dai 10 o 30 microgrammi somministrati, ma gli effetti collaterali aumentano, allora stanno facendo un grave errore terapeutico.

Schmidt-Krüger . Lei ha colto esattamente il segno. Il nesso è proprio questo. E secondo me, non ne hanno usato 80 con intenzionalità, perché a questo punto avrebbero avuto la riprova e quindi nessun pretesto per usare i 30 microgrammi. E comicità della cosa, non potrebbero fare nessuna  verifica sperimentale. Troppo poche valutazioni.

Reiner Fuelmich. Il punto è proprio quale sarà la conseguenza di quello che sta succedendo ora. Vediamo che ha degli effetti collaterali che talvolta portano alla morte. Questo avrà un grandissimo peso rispetto a quel che sta succedendo rispetto alla responsabilità che avranno i medici che ne prendono parte (alla sperimentazione). Questo è una grave errore medico e dato che c’è un’inversione dell’onere della prova non deve più essere dimostrato da noi, non deve essere dimostrato dai danneggiati che la causa del danno è attribuibile al vaccino, ma al contrario è il medico a dover dimostrare che non è stato il vaccino, che non è responsabile del danno. Si prospetta una vera bomba. Giuridicamente parlando! È stato semplicemente affermato a un certo punto hanno probabilmente pensato beh, facciamo così, meglio doppia dose che singola, ma anche tripla non sarebbe male si sarebbe potuto dire. Sì evidentemente. Questo è davvero terribile. L’EMA ha avanzato numerose richieste che non sono state ancora soddisfatte e che devono essere raggiunte entro luglio. Ma adesso già si vaccina. Sì, cosa succede allora?

Schmidt-Krüger.  Lo dobbiamo raccontare ai nostri colleghi israeliani. A loro non piacerà. Veniamo ora agli effetti collaterali.  Bene tenetevi forte per non cadere dalla sedia. Abbiamo qualcosa nel vaccino che non è semplicemente l’inoculazione di proteine che nuotano nel sangue e poi vengono eliminati dagli anticorpi, abbiamo invece diversi approcci che portano citotossicità e distribuzione delle cellule ospiti. Quindi la citotossicità spinge le cellule, le cellule dei muscoli al suicidio. Poi abbiamo l’Rna che diventa tossico per la cellula da determinati quantitativi. E soprattutto, e questo è molto importante: i lipidi cationici. Cationico significa che ha una carica positiva ed è estremamente nocivo per la cellula. Si sa da oltre 20 anni. Se questi lipidi cationici penetrano, rompendo la membrana (cellulare), com’è confermato in molte pubblicazioni, vengono a crearsi moltissimi radicali liberi di ossigeno, i quali danneggiano gravemente le cellule. Un fattore è la risposta immunitaria attraverso la produzione di anticorpi e l’altro fattore sono i suoi componenti: il glicole polietilenico (PEG) e i lipidi cationici. Già da solo questo elemento è pericolosissimo e provoca uno stress ossidativo tale che la cellula viene gravemente danneggiata. A questo punto se non si riesce più a riparare il danno arriva alla morte cellulare o si trasforma in una cellula tumorale. Questa terapia è molto utile nelle terapie contro i tumori, perciò viene usato esattamente questo sistema per uccidere le cellule tumorali. Vi voglio coinvolgere. Adesso fanno un vaccino che usa la stessa tecnica usata per la terapia contro il cancro, per uccidere le cellule tumorali. Per quanto riguarda le cellule tumorali è stato progettato in modo che agisca a livello localizzato. E arriviamo ora all’argomento vaccino. Non agisce a livello locale ma a livello sistemico.  A livello di discussione  presso BioNtech si sono fatte domande riguardo al tempo di permanenza sull’uomo, visto che lo studio non è stato chiuso. BioNtech fa riferimento a uno studio del 2010 di Mahmood & Hall, che io non ho trovato nella banca dati della pubblicazione. Non c’è nessuna bibliografia sotto la relazione dell’EMA, perciò non so proprio se corrisponda o se addirittura esista. Se noi riportiamo questo studio dai topi alle persone i lipidi cationici hanno una permanenza di 20/30 giorni nelle persone e l’eliminazione al 5% si verifica in 4/5 mesi. Questi sono tempi lunghi. Ci basiamo quindi su una durata di 4/5 mesi sempre dichiarata dalla relazione. Questi sono tempi lunghi e nel frattempo ne fanno un’altra (dose)?… Quello che non è stato considerato, poiché non hanno fatto nessuna valutazione, è l’impatto ambientale in generale. Insomma, le cellule mutate possono essere espulse, i lipidi possono essere espulsi, l’RNA del vaccino non sappiamo. I lipidi PGT vengono sicuramente espulsi. Cosa succede alle acque reflue se tutti questi lipidi PGT vengono escreti? Cosa succede allora con depurazione delle acque? Mi chiedo cosa succederebbe se ci fossero troppi lipidi PGT insieme, di tutti i vaccinati? Si avranno dei problemi o verranno distrutti? Questo non lo sappiamo. Allora io non lo so. I lipidi PGT sono attivi e che vengono espulsi con i nostri escrementi e se non li si filtra li si berrebbe. Quindi continuerebbero a essere presenti nell’acqua potabile. Ma quel che so è che si potrebbero avere problemi di allergia sino a uno shock anafilattico… Nel caso dei muscoli questi si irrigidiranno a causa dell’ispessimento del tessuto connettivo, ispessimento che si definisce anche fibrosi. Questo tessuto a questo punto non ha più funzionalità. Praticamente c’è un irrigidimento del tessuto necrotico (cioè quello che muore). Quindi i muscoli muoiono… Ammettono anche che ci sia una degenerazione del tessuto cardiaco. La morte delle cellule delle fibre muscolari porta così a sostituire un tessuto connettivo in uno non funzionante. In questa procedura, attraverso i parametri utilizzati si nota che nel 71% c’è l’aumento di una o due volte delle gamma globuline. Questo significa che in questo quadro l’aumento si realizza in parte a causa della risposta immunitaria all’infiammazione. C’è però anche un aumento della glicoproteina Alfa 1. Questo avviene quando ci sono gravi ferite nei tessuti  a causa di infiammazioni o infezioni o in questo caso del vaccino. C’è anche un aumento del fibrinogeno, questo è un altro indizio.  Il, suo valore elevato nel sangue è un segnale di infiammazione dei vasi sanguigni visto che il suo compito è la coagulazione sanguigna. Ho detto che lo strato più profondo (della pelle), proprio dove sono i vasi sanguigni, risulta danneggiato  e probabilmente il fribrogeno viene prodotto per riparare i vasi sanguigni. Adesso mi chiedo, nelle persone anziane che sono nelle case di cura. Insomma io mi sono fatta un’idea. Loro non ricevono la profilassi con l’anticoagulante e può essere che la coagulazione non funzioni proprio bene.

Avvocato  dello studio legale. Quindi prima del vaccino, la funzionalità dovrebbe essere controllata. Questo può portare a delle conseguenze: incrementare il danno ai vasi con quelli (vaccini). Temo che vedremo tutto molto presto. In correlazione con altri farmaci non c’è stato nessuno studio. Questo è esplicitamente dichiarato negli allegati del mandato di controllo dell’Ue per entrambi i vaccini, in base al quale lei sta facendo le sue considerazioni. Questo è semplicemente criminale. Lo dico ancora una volta. Schmidt-Krügere. Per quanto riguarda il fegato è ancora più grave. Questo tipo di danno non avviene per qualcos’altro  nelle cavie. Quindi separare nel laboratorio, al topo viene somministrato un alcolico e vengono riscontrati dei danni diffusamente nel fegato e poi nel fegato arriva una sostanza attraverso il flusso sanguigno che raggiunge il fegato e solo in prossimità della vena  si trovano delle cellule epatiche gravemente danneggiate, c’è l’evidenza del danno. E sono così danneggiate che vacuolano e il vacuolare è sempre una prova che le cellule stanno morendo. In teoria il fegato tenta, non voglio parlare di veleni, ma il fegato tenta di eliminare le sostanze dannose e non ce la fa e sono proprio i lipidi cationici. BioNtech stessa ammette il contenuto di lipidi cationici. Il fegato tenta di eliminare i lipidi cationici e metabolizzarli, ma non ci riesce perché sono troppi. La quantità è eccessiva e allora tenta semplicemente di spostarla in un altro settore della cellula. E questo è il modo in cui si formano i vacuoli nella cellula che vengono poi occupati dai liquidi. È semplicemente un settore in cui renderli innocui. Ma quando questi vacuoli si formano la funzione del fegato è già drasticamente compromessa a tal punto che muore. Ossia la funzione delle cellule epatiche non è più garantita, perciò si suicidano. Si chiama apoptosi. Attraverso un’autopsia si può stabilire. Si può stabilire che il fegato è gravemente danneggiato anche con degli esami del sangue. Allora riepilogando si può dire che il fegato è gravemente danneggiato e le cellule epatiche muoiono. Non si è neppure parlato delle persone che hanno il fegato grasso, che non hanno questa capacità rigenerativa o che hanno l’epatite A o la cirrosi epatica. Si può arrivare facilmente a un’insufficienza epatica se non è al meglio di sé. Tutto ciò non si deve trascurare, bisogna proprio parlarne. Tutto questo viene taciuto. Solo questo basta per chiedersi come si possa vaccinare attualmente con questa prospettiva. E non è ancora tutto. C’è anche l’infiammazione dei tessuti del nervo sciatico, il più forte del nostro corpo. Sono poi state rilevate infiammazioni nel tessuti extra capsulari. Non so esattamente quali siano. Non lo hanno descritto nei particolari. Penso, suppongo le capsule articolari. Che succede alla gente che ha l’artrite per esempio? Quello che dirò adesso è molto importante, molto pericoloso. Hanno riscontrato una riduzione da moderata a severa di globuli rossi e dei reticolociti. Questa riduzione è il segno di insufficienza midollare causata dai lipidi PGT. Questi globuli rossi vengono presi come campioni per misurare lo stress ossidativo essendone molto sensibili.  Ciò perché portano l’emoglobina che trasporta l’ossigeno. E tutte le cellule che contengono così tanto ossigeno sono sempre molto sensibili allo stress ossidativo. Quando queste nano particelle lipidiche penetrano la cellula provocano un enorme stress ossidativo e lo fanno così velocemente che i problemi sono enormi. Anche i topo hanno avuto una carenza di ossigeno. Comunque hanno almeno affermato che hanno meno emoglobina. È logico visto che la cellula è sparita e anche l’ematocrito. Questi sono i segnali che c’è una carenza di ossigeno. Nulla è stato detto che si potrebbero avere talune conseguenze  a causa degli effetti collaterali. Ecco quello che trovo eccezionale: questi problemi che ho elencato non sono stati valutati negli studi clinici tra le persone. Ciò che per me è palese è che avendo prelevato del sangue sarebbe stato facile determinare tutti questi parametri ematici: quantità di eritrociti, tutti gli enzimi, ogni sostanza. Si possono fare delle biopsie dei muscoli, ma non è stato fatto niente perché avevano paura di quello che sarebbe venuto fuori  e di doverlo poi raccontare; oppure l’hanno fatto, ma nascondono gli esiti. Quindi sapevano di tutti questi percoli grazie a tutte le osservazioni sui ratti, tuttavia non abbiamo alcun dato di quello che può succedere nell’uomo. Sarebbe un diritto sapere, personalmente penso lo sia. Questo è il motivo per il quale il professor Peter Doschi dice che vuole avere i dati originali. (00:22:56)… Dopo l’inoculazione del vaccino è stato stabilito che i lipidi riescono a diffondersi in tutto il corpo nel giro di pochi minuti e dura dai 4 ai 5 mesi. Finché i lipidi saranno nel corpo è possibile che si verifichino dei danni. Quando saranno definitivamente espulsi allora i tessuti  potranno  rigenerarsi. A patto che si sia riusciti veramente a eliminarli. Un’ultima parola su questo studio sui ratti: non hanno fatto nessuno studio sulla geno-tossicità, quindi non hanno valutato se in qualche modo il materiale genetico venga attaccato. Dicono che non c’è bisogno di farlo, perché è già noto che non succede niente. Ritengono il rischio accettabile anche se non è stato eseguito nessuno studio. Cito: «Poiché dai componenti della formulazione del vaccino con mRna e lipidi non c’è da aspettarsi nessun potenziale tossico la valutazione del rischio effettuata dal richiedente indica che la geno-tossicità in relazione a questo vaccino e ai lipidi contenuti, sulla base delle pubblicazioni scientifiche è qui molto basso». Ci si chiede in quale mondo vivano. Si sa da 20 anni che i lipidi cationici sono molto tossici e possono distruggere il DNA e provocare stress ossidativo. Questo avviene soprattutto nei soggetti immunodepressi o malati di cancro, ma anche negli anziani che non stanno bene il cui sistema immunitario viene facilmente sovraccaricato e quando il sistema immunitario comincia a funzionare male la risposta immunitaria non più quella che sarebbe in un soggetto sano. A questo punto l’interferone tipo 1 verrebbe pesantemente messo in circolo, come risposta immunitaria, sollecitando ulteriormente il sistema immunitario che non riesce a liberarsene e comincia a produrre anticorpi contro i propri organi, quando voleva in realtà solamente eliminarli (i lipidi). Questa è una risposta immunitaria sbagliata al sovraccarico dovuto alla morte di troppo tessuto in una volta. Si sospetta che questo sia il motivo di molte malattie autoimmuni che colpiscono tante persone.

Virus “combattutto” con vaccini mRna

1 commento su “Conversazione schock sul Virus Corona. Vaccini e gli effetti collaterali”

  1. Complimenti a voi per amore della verità e dell’informazione. Grazie a voi mi sento veramente libera di scegliere. Continuate così… con coraggio 👍

I commenti sono chiusi.

Torna su