Braia: Regione Basilicata a Expo 2020 Dubai, chiesta documentazione sui 350mila euro impegnati

“Dall’1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022 anche la Regione Basilicata era programmata, all’interno del Padiglione Italia, alla esposizione universale Expo 2020 Dubai. Quanti invece sono esattamente i giorni di partecipazione, nonché i dettagli della spesa per la presenza a Dubai della delegazione Lucana? C’è una delibera per 350 mila euro, della quale è necessario conoscerne obiettivi, modalità di utilizzo e ricadute stimate. Intanto ad aprile prossimo la Fondazione Matera Basilicata 2019 licenzierà tutti, perché dalla Regione non c’è ad oggi impegno di spesa, nel silenzio di Bardi, senza che il Sindaco di Matera Bennardi denunci nulla con esplicita responsabilità. La Lucana Film Commission da mesi, dopo il defenestramento di Stabile, è senza Presidente, praticamente inoperosa e paralizzata. Turismo, cultura, promozione si fanno con una visione, programmazione e azione. Non con le chiacchiere e lo stallo totale,  forse si nasconde una volontà di fallimento e dismissione.  E poi, in questo contesto divenuto surreale, si scopre che a Dubai per Expo la delegazione regionale starà in “missione”  praticamente un solo giorno, allora vorremmo sapere  con chi e per fare cosa”. Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, capogruppo Italia Viva. 

“Prendiamo atto – prosegue Braia – a pochi giorni dal termine della manifestazione internazionale, della imminente partecipazione della delegazione della Regione Basilicata ad Expo 2020 Dubai, constatiamo la totale assenza di condivisione né in Consiglio regionale, né nelle commissioni consiliari preposte, delle informazioni rispetto agli obiettivi e ai programmi. Pertanto, ho inviato una nota di richiesta al Presidente Bardi, al neo assessore Bellettieri e al Dott. Busciolano, come nelle mie prerogative di consigliere regionale per conoscere, nei tempi previsti dallo statuto prima della partecipazione, l’invio di copia della documentazione e degli atti ufficiali, nonché i dati e le informazioni. I cittadini e le cittadine lucane hanno diritto di conoscere cosa ha in testa la Regione per eventi come questi che dovrebbero rappresentare una occasione unica per il nostro sistema pubblico privati, gli obiettivi e le ricadute immaginate per la Basilicata, sia in termini comunicativi, sia riguardo la promozione turistica e il coinvolgimento del sistema delle piccole e medie imprese Lucane, che caratterizza la presenza della Basilicata ad EXPO in funzione delle D.G.R.  n.770/2019 e n. 969/2020. Quali Dipartimenti e quali Enti regionali sono stati interessati? Come sono stati coinvolti e con quale ruolo? Come è composta la delegazione Lucana a Dubai e con quali criteri è stata scelta, anche rispetto alle sinergie tra Dipartimento Attività Produttive, Sviluppo Basilicata, sistema degli incubatori di imprese, start-up d’eccellenza, cooperazione scientifica dell’Unibas e dei centri-istituti di ricerca che operano in Basilicata, comuni da quello di Matera in primis, Fondazione Matera-Basilicata 2019 ecc. per altro come leggiamo in vari annunci di Bardi e, in precedenza, dell’Assessore Cupparo. La presenza della Basilica ad Expo 2015 fu una grande opportunità di visibilità per tutti, anche Dubai sarebbe potuta essere l’occasione di intessere relazioni internazionali utili alla nostra regione. Speriamo non sia stata sprecata, dato che si sta consumando nel silenzio assoluto, senza produrre reali ricadute per il nostro sviluppo, turismo, futuro”.

Default image
radionoff
Articles: 7001