Basilicata. Rosa “double face”

di Piero Lacorazza

L’assessore Gianni Rosa, non eletto, nominato e dimissionato dal Presidente della Regione Basilicata Bardi continua la propaganda, cosa in generale non sempre negativa. Ma non vogliamo utilizzare il suo metodo che da consigliere di opposizione avrebbe chiesto: cosa è Ambiente Basilicata? Quanto costa? Come e chi gestisce? L’attività di comunicazione istituzionale e marketing devono accompagnare le politiche per il territorio. Valeva prima, quando Rosa interrogava da consigliere di opposizione la giunta su costi, affidamenti, bla bla, e vale per noi oggi. Noi non cambiamo opinione, e Rosa? Ma questo punto sarebbe anche non rilevante se l’assessore non eletto, nominato e dimissionato, occupasse il suo tempo ogni giorno non a condividere post dalla pagina fb Ambiente Basilicata (quindi prendendo contenuti di comunicazione) ma a dare trasparenza su questioni che lo riguarderebbero. Per esempio. Si condividono i post della pagina Ambiente Basilicata e nulla si dice sul caso TISCI ARPAB? Si condividono i post della pagina Ambiente Basilicata e nulla si dice sui presunti TAMPONI VIP? Si condividono i post della pagina Ambiente Basilicata e nulla di chiaro si dice su gas, idrocarburi in questo delicato momento? Va bene il marketing territoriale ma farlo anche oggi da dimissionato e un modo per dire a Bardi e agli alleati: io e Tisci rimaniamo dove siamo, continuiamo come se nulla fosse accaduto!!!È il vero banco di prova (parte di uscita della soluzione della crisi politica!!!) del Presidente Bardi e della Lega visto che sui numeri e sull’assetto non sembrano possibili rivoluzioni. Altri scenari li vedo poco risolutivi, improbabili e/o inspiegabili!

Default image
radionoff
Articles: 7001