Basilicata. Cifarelli e Pittella (Pd): l’Alsia merita attenzione

“Al Presidente Bardi e alla sua maggioranza non importa nulla del futuro dell’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura e del personale impiegato”. È quanto sostengono il consigliere regionali Cifarelli Pittella secondo i quali “ieri in Consiglio è stato bocciato un ordine del giorno che impegnava il Presidente della Giunta, in occasione dell’approvazione del Bilancio Consuntivo 2020, ad adeguare il contributo finanziario a favore dell’Alsia al fine di scongiurare la messa in mobilità di parte del personale dell’Agenzia. Infatti, le risorse destinate dal Bilancio regionale in favore dell’Alsia risultano insufficienti a coprire i costi complessivi dell’ente sub-regionale e, questo, mette in pericolo la mission stessa dell’Agenzia , così come è emerso ieri dalla discussione relativa al Bilancio 2021/23 dell’Agenzia. Così come sarebbe opportuno che la Giunta approvasse il nuovo Regolamento per la dismissione degli immobili della Riforma Fondiaria in modo da consentire ulteriori entrate nelle casse dell’Ente. Inoltre, la nostra preoccupazione è rivolta ai 130 lavoratori in agitazione perché, a causa della incapacità amministrativa di chi ci governa, vedono compromesso il loro diritto alla stabilità lavorativa e finanziaria. In verità ci siamo occupati di Alsia nel suo complesso in tempi non sospetti con interrogazioni, mozioni e con una seduta straordinaria di Consiglio ma, come spesso accade, il Governo regionale si è mostrato insensibile alle sollecitazioni provenienti dalle minoranze, trovandosi poi ad improvvisare affannosamente soluzioni improbabili. Infine – concludono -, ci auguriamo che dopo tanto parlare circa l’importanza del settore agricolo per la crescita della Basilicata si passi ai fatti partendo dalla sacrosanta attenzione da riservare a coloro che nel corso del tempo si sono impegnati per assicurare all’agricoltura lucana sviluppo e innovazione”.

Torna su