Basilicata. Cifarelli e Pittella (PD): «Dall’assessore Cupparo parole, soltanto parole»

“l’Assessore Cupparo proprio non ce la fa a comprendere e proprio non ce la fa a stare in un ritirato silenzio almeno di riflessione.” É quanto dichiarano i consiglieri del PD, Roberto Cifarelli e Marcello Pittella, in risposta alla nota diffusa dall’assessore Cupparo. “L’assessore Cupparo proprio non vuole prendere atto che, soltanto grazie alla sua inerzia e disorganizzazione, un’azienda aerospaziale statunitense, una delle più importanti a livello mondiale nel suo settore e tra le tre al mondo in possesso della licenza di produzione di razzi riutilizzabili, ha deciso di spostare i suoi investimenti in Piemonte, perché snobbata da lui! Ma le parole, soltanto parole si sprecano in una rincorsa alla guerriglia inutile. Cupparo – continuano i dem – ricorderà bene che all’atto del suo insediamento, come da prassi, Cifarelli andò a trovarlo per discutere delle attività in essere al dipartimento per mettere – correttamente – a sua completa disposizione eventuali collaborazioni ed approfondimenti, posto che la continuità amministrativa veniva garantita dall’allora Direttore Generale, dr. Viggiano, oltre che dai dirigenti dei singoli uffici, detentori di tutti i dossier del Dipartimento. Inutile dirlo, perché lo sa bene, che un assessore regionale non si occupa del protocollo delle pratiche! Questo per dire – proseguono i consiglieri – che il problema in questo caso non è burocratico, come pure Cupparo in modo roboante vorrebbe far intendere, ma politico.  Il danno determinato da questa ‘disattenzione’ è gigantesco, perché a causa della sua sciatteria non si é risposto alla richiesta di interlocuzioni pervenute dall’azienda Exos (notizia del quotidiano online Basilicata24). É così, ha mandato all’aria un investimento privato di ca. 10 M€ che avrebbe generato 350 posti di lavoro. “Il problema della Exos non è un problema legato alla singola azienda, ma un problema strategico: non si capisce l’Assessore e tutta la Giunta quale idea di futuro abbiano della Regione. Certo, per averne una idea potrebbe essere utile andarsi a leggere il Piano Strategico che, però, ancora non ha visto la luce e non è stato presentato in Consiglio Regionale. Nello specifico, pare evidente che ciò che è mancato è un canale di comunicazione istituzionale per questa e per le altre aziende che, forse, volevano fare cose simili in Basilicata e di cui non siamo venuti a conoscenza. Chi ne paga le conseguenze, di questa gestione improvvisata e basata sull’eccessiva informalità e approssimazione nelle relazioni istituzionali, sono i giovani e, in questo caso, i giovani con un alto profilo di professionalità costretti ad emigrare non solo per le mancate occasioni ma soprattutto per un sempre maggiore senso di mancanza di fiducia nelle istituzioni che li rappresentano a livello locale”. “Da Cupparo ne abbiamo sentite tante ma questa volta non gliela possiamo proprio perdonare. Non ce ne voglia! E – continua Cifarelli – alle parole di Cupparo rispondo con una triste storia. L’altro giorno sono stato contatto da giornalisti del Piemonte per chiedermi se fosse vera la notizia diffusa in quella regione del nord Italia: la società Exos Aerospace System & Technologies Inc, avvia un investimento in Piemonte perché non voluta in Basilicata. Questa paradossale notizia ha fatto scalpore anche in Piemonte per quanto è assurda, tant’è – afferma Cifarelli – che mi hanno chiamato per confermarla”.

Torna su