Basilicata. Bardi azzera la giunta regionale

Martedì grasso con chiacchiere e altre leccornie alla Regione Basilicata. “Come ormai a tutti noto, la seconda parte della legislatura si è avviata con una richiesta di rimpasto della Giunta propostami dalla Lega e con un confronto serrato tra i partiti della maggioranza per aggiornare l’agenda politica e propormi un nuovo assetto”. Annuncia il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi che dopo ha spiegato il quadro di emergenze che la ” Basilicata ha dovuto sostenere”: dalla pandemia da Covid allo shock energetico, dal Pnrr alla crisi internazionale tra Russia e Ucraina (un fatto quest’ultimo che riguarda da vicino i componenti della maggioranza). … “Per affrontare un tempo così gravido di imprevisti non credo ci sia più spazio per rivendicazioni di carattere personale, o pretese di poltrone a tutti i costi, senza fare i conti da un lato con le aspettative degli altri partiti e dall’altro con l’interesse generale di poter contare su un governo coeso e unito… In questo momento non mi resta che prendere atto di una fase di stallo, di questa difficoltà a comporre interessi politici e aspettative individuali. Da parte mia non posso che rinnovare il mio richiamo alla responsabilità. Di qui la revoca delle deleghe assessorili al fine di accelerare il processo di ricomposizione del quadro politico, al fine di addivenire a nuova giunta. Questo servirà anche per richiamare ogni consigliere regionale ad anteporre agli interessi di parte e alle aspirazioni personali il senso dell’ora presente, la piena consapevolezza di un tempo straordinario e gravido di urgenze. Un invito soprattutto rivolto ai colleghi della maggioranza, non più in privato, con la cordialità e la sincerità che mi contraddistingue nei rapporti interpersonali, ma pubblicamente, perché all’opinione pubblica che ora dobbiamo dare risposta. E poiché tutto questo accade in tempi straordinari e nel quadro storico politico ed economico prima descritto, intendo incontrare tutti i consiglieri regionali per verificare se vi è condivisione di lettura della gravità dei fattori di contesto, delle urgenze da affrontare, e in ultima analisi della volontà di procedere in questa legislatura”.

Default image
radionoff
Articles: 7001