Asm Matera. Ugl Salute: «Patrizia Ferrari Fiore in campo per le ele­zio­ni Rsu»

“Con alle spal­le una lun­ghis­si­ma militanza nel­la compagine sindacale ed un trentennale im­pe­gno nel so­cia­le, Patrizia Ferrari Fiore è la candidata del­la Ugl Sa­lu­te alle ele­zio­ni per il rin­no­vo del­la RSU al­l’Ospedale ‘Papa Giovanni Paolo II’ di Policoro e in tutta l’Asm Matera. La sua di­sce­sa in cam­po è frut­to del sodalizio con Pino Giordano dell’Ugl Matera al qua­le la le­ga­no i va­lo­ri del conservatorismo e dell’e­ti­ca applicata a tut­te le attività del vi­ve­re ci­vi­le”. È quanto emerso e ufficializzato dal direttivo provinciale Ugl Salute, appena terminato nella sede Utl di Matera alla presenza di iscritti e attivisti della federazione.    “La Ugl Salute si prepara ad affrontare le prossime elezioni delle RSU del pubblico impiego che si svolgeranno dal 5 al 7 aprile prossimi – dice Giordano -.  Grazie ad un grande lavoro di squadra, all’impegno dei delegati, degli iscritti e di tanti sostenitori, abbiamo presentato le liste con il nostro simbolo che, come sul territorio di Matera, grazie alla tenacia del Segretario Nazionale Ugl Salute, Gianluca Giuliano e la serietà politica/sindacale del Segretario Generale Ugl Paolo Capone, copriranno geograficamente tutta Italia – commenta con soddisfazione Giordano -. Ora ci attende, unitamente a tutto il direttivo e ai tanti nostri iscritti, sostenere e far votare la lista Ugl Salute Matera, la nostra candidata e supercombattiva Ferrari Fiore, in una breve ma intensa sfida per la campagna elettorale dove dovremo moltiplicare le forze per far conoscere il nostro programma e convincere i tanti elettori del comparto della sanità della forza delle nostre idee. Ci definiamo con orgoglio un altro sindacato, lontano dalle pastoie del potere e del malaffare, sempre e soltanto dalla parte di tutti gli operatori sanitari. Dove voi sarete, noi saremo promettiamo ai lavoratori. A loro chiediamo di condividere il nostro percorso, recandosi a votare il 5, 6 e 7 aprile barrando il simbolo della Ugl Salute. Per iniziare  – conclude Giordano – una radicale rifondazione del SSN che abbia le sue fondamenta nei professionisti”.

“Vo­glia­mo par­la­re di sin­da­ca­to e del­le necessità dei lavoratori – spie­ga Ferrari Fiore – vo­glia­mo pian­ta­re il seme del­la correttezza in una strut­tu­ra che trop­pe vol­te si è contraddistinta per cat­ti­ve pra­ti­che associative. La Ugl non è il pull­man per attenere avanzamenti di car­rie­ra, per­mes­si o tur­ni mor­bi­di, sia­mo in cam­po per migliorare le condizioni di la­vo­ro, du­ran­te i gior­ni del Co­vid ha as­sun­to i connotati incredibili in una sanità già per sé in sofferenza. Il no­stro è un pro­get­to che vuo­le arrivare al cuo­re dei lavoratori, ma noi non sia­mo ami­ci di tut­ti, non chie­dia­mo e non vo­glia­mo il voto da chi cre­de che il sin­da­ca­to sia un’a­gen­zia di ser­vi­zi personali. Io stes­sa – con­clude la sindacalista – se­gui­rò lo spo­glio pren­den­do un gior­no di fe­rie; in­ten­do dare l’e­sem­pio, come ho sempre fatto, e dimostrate che esi­ste un modo di­ver­so di agi­re. La pri­ma sfi­da che lan­cio agli al­tri can­di­da­ti? Bi­so­gna smetterla di fare cam­pa­gna elettorale in cor­sia tra i de­gen­ti, du­ran­te le vi­si­te me­di­che e/o discriminando questo o quel collega che sindacalmente la pensi in maniera diversa: la salute è di tutti, il rispetto dell’ammalato, del e per i lavoratori deve essere in primo piano dove metteremo al centro del rilancio della Sanità materana gli operatori sanitari valorizzandone le loro professionalità”.

Default image
radionoff
Articles: 7001