25 aprile. Tortorelli (Uil): sia monito per lottare contro la grave situazione in cui versa l’intero Paese

“La liberazione dal nazifascismo avvenuta grazie alla lotta dei partigiani italiani e delle forze alleate è una delle pagine più belle del nostro Paese. Per la UIL, nella nuova stagione del lavoro e dei diritti avviata da settimane, la festa del 25 aprile incarna i valori dei diritti costituzionali, primo fra tutti il lavoro, della libertà e della democrazia che vanno costantemente difesi e vivificati”. Lo ha detto il segretario regionale della Uil Basilicata Vincenzo Tortorelli partecipando a Potenza (Parco Montereale) alla manifestazione istituzionale di celebrazione della Festa di Liberazione.

“È un altro 25 aprile in una situazione instabile e difficile per l’Europa, con la guerra in Ucraina che continua a seminare morti e distruzioni,  ma che deve vederci tutti impegnare, ancor di più, per tendere a liberarci dalle guerre, dalle disumanità, da tutti gli episodi di violenza e di apologia del fascismo stesso cui ancora si rendono protagonisti gruppi che si ispirano a quella ideologia e a quelle politiche che sono, e restano, fermamente da condannare e respingere. Vogliamo che la memoria di questo straordinario giorno non solo resti tale, ma che sia anche da monito per insistere a lottare contro la grave situazione economica e sociale in cui versa l’intero Paese, a causa delle molte crisi che si sono sovrapposte e pericolosamente intrecciate. Sono temi – dice Tortorelli – che troveranno attenzione nella manifestazione nazionale per il Primo Maggio che per la prima volta Cgil, Cisl, Uil hanno voluto a Potenza dedicata all’attualità dei principi e dei valori della Costituzione, a 75 anni dalla sua promulgazione”.

radionoff
radionoff
Articoli: 9769