Serie A. Napoli-Torino: 3 a 1

Il Napoli batte il Torino per 3-1 nell’anticipo dell’ottava giornata della Serie A e sale a 20 punti, consolidando il primo posto in classifica. I granata rimangono a quota 10. La formazione di Spalletti ipoteca il successo nella prima frazione grazie ad un avvio eccellente. Anguissa sblocca il risultato al 6′ e concede il bis al 12′. Kvaratskhelia chiude virtualmente i conti al 37′ con il tris. Il Torino accorcia le distanze al 44′ con Sanabria: troppo poco per riaprire il match.

Il Napoli riparte da dove aveva lasciato e conquista la quarta vittoria consecutiva in campionato, battendo 3-1 il Torino allo stadio Maradona. Decidono la doppietta di Anguissa e il sigillo, il quinto in Serie A, di un sempre più determinante Kvaratskhelia. Per i granata serve invece a poco il gol di Sanabria. La squadra di Spalletti vola momentaneamente da sola in vetta alla classifica a 20 punti, quella di Juric invece, al terzo ko di fila, resta ferma a quota 10. I partenopei partono in quinta marcia e al 6′ sbloccano già le marcature grazie al colpo di testa di Anguissa, che sovrasta Buongiorno sul cross di Mario Rui e batte il portiere colpendo anche il palo. Una manciata di minuti più tardi, il centrocampista camerunese si ripete firmando la sua doppietta personale, dopo una corsa di 50 metri palla al piede lungo l’out destro su verticalizzazione di Politano. Il tris di Kvaratskhelia al 37′ è praticamente la fotocopia del raddoppio, ma con l’azione che si svolge a sinistra dopo il servizio di Zielinski e con il georgiano che indovina il diagonale mancino per il 3-0. Il Toro sembra già al tappeto, però un guizzo di Sanabria al 44′ riapre la sfida prima dell’intervallo, con il paraguaiano che sfiora addirittura il bis di testa qualche secondo più tardi. A inizio ripresa i granata tentano di mantenere viva la gara, ma di altri grandi pericoli almeno inizialmente non ne arrivano dalle parti di Meret. Il Napoli invece gestisce tranquillamente il doppio vantaggio, senza l’obbligo di dover alzare i ritmi per andare a caccia di un altro gol. Nel finale gli ospiti provano a farsi vedere con un bel tiro da fuori di Radonjic, respinto attentamente da Meret, mentre dall’altra parte Milinkovic evita il poker azzurro del neo entrato Lozano.

radionoff
radionoff
Articoli: 7814