C’è un “legame speciale” tra il prof. Schillaci neo ministro della Salute e Matera e operatori sanitari

C’è un “legame speciale” tra il prof. Orazio Schillaci neo Ministro della Salute e Matera e gli operatori sanitari, in particolare di TRM (Tecniche di radiologia medica)  della città. Lo evidenzia Giuseppe Demarzio, presidente di Sanità Futura, ricordando che il legame è nato nel 2016 con “Imaging nei Sassi” – Convegno di Radiologia Medicina Nucleare ed Oncologia, promosso dalla Società italiana di Radiologia medica (SIRM), con il tema centrale  “le macchine ibride in oncologia e la spending review, applicazioni cliniche”. Nell’imaging in radiodiagnostica e interventistica – tesi condivisa da tutti gli operatori TRM – la complessità dei sistemi in uso e delle metodiche d’impiego esige una stretta collaborazione e complementarietà di figure professionali differenti.

Il prof. Schillaci, dal 2013 preside della Facoltà di Medicine e Chirurgia, e dal 2007 Professore Ordinario di Medicina Nucleare sia nel corso di laurea in Medicina e Chirurgia che nel corso di laurea in RM (Tecniche di radiologia medica), presidente dell’Associazione Italiana Medici di Medicina Nucleare, a Matera ha tenuto una specifica comunicazione scientifica. Ricordo – dice Demarzio – che espresse apprezzamento per l’evento materano di alto valore scientifico con la presenza di medici di radiologia medicina nucleare, radioterapia, oncologia, medicina generale provenienti da tutt’Italia, oltre ad incoraggiarci a proseguire. Matera – dice Demarzio – continua ad avere tutte le carte e confidiamo nella collaborazione del neo ministro per diventare “capitale” dell’innovazione nella sanità.

radionoff
radionoff
Articoli: 7815