Il “treno della memoria del Milite Ignoto” a Potenza

Questa mattina ha fatto tappa a Potenza, nella Stazione Centrale in sosta al binario 1, il “Treno del Milite Ignoto” allestito dal Ministero della Difesa, in collaborazione con il gruppo Ferrovie dello Stato, la Fondazione Fs e la Struttura di Missione. Alle ore 10:30, alla presenza del Prefetto di Potenza, Michele Campanaro, del Comandante della Legione Carabinieri “Basilicata”, Raffaele Covetti, delle autorità civili e militari della Basilicata, nonché di una nutrita rappresentanza degli studenti di istituti scolastici cittadini, si è svolta l’inaugurazione della mostra itinerante multimediale raccolta in due convogli, uno dei quali originale rispetto al viaggio che il 4 novembre del 1921 trasportò la salma del Milite Ignoto da Aquileia a Roma. Presente anche la fanfara del 10° reggimento Carabinieri “Campania”. Alla manifestazione ha partecipato anche un nutrito gruppo di associazioni combattentistiche e d’Arma, dei Carabinieri e dei Bersaglieri.
Vista nel 2021 la grande partecipazione di persone nelle città toccate dal passaggio del Treno della Memoria è stato deciso di far percorrere anche nel 2022 allo stesso treno un tragitto lungo tutta l’Italia, che raggiungerà tutti i capoluoghi di regione e le maggiori città italiane non coinvolte nel percorso storico del 1921. Il viaggio, organizzato dallo Stato Maggiore della Difesa, ha avuto come scopo principale quello di “onorare il sacrificio delle persone morte in guerra e per ricordare soprattutto alle giovani generazioni, i momenti storici del nostro Paese e tramandare valori come il sacrificio e il senso della Patria”, come ha dichiarato il maggiore Antonio Calabria, comandante della Compagnia Carabinieri di Potenza.

Ma chi è il Milite Ignoto? Il Milite Ignoto(o Soldato Ignoto) era un militare italiano caduto al fronte durante la prima guerra mondiale e sepolto a Roma sotto la statua della dea Roma all’Altare della Patria – il Vittoriano. La sua identità resta ignota poiché il corpo fu scelto tra quello di caduti privi di elementi che potessero permetterne il riconoscimento. La salma venne scelta da Maria Bergamas di Trieste, mamma di Antonio, il quale aveva disertato dall’esercito austro-ungarico per arruolarsi, come volontario e sotto falso nome, nell’esercito italiano. Il giovane Bergamas cadde nel 1916 e il corpo non fu mai ritrovato.

La tomba del Milite Ignoto rappresenta simbolicamente tutti i soldati italiani caduti e dispersi in guerra; è scenario di cerimonie ufficiali che si svolgono annualmente in occasione di festività civili durante le quali il Presidente della Repubblica Italiana e le massime cariche dello Stato rendono omaggio al sacello del Milite Ignoto con la deposizione di corone di alloro.

Il treno è partito da Trieste lo scorso 6 ottobre, è arrivato a Potenza ieri sera 19 ottobre da Bari e ripartirà alle 21:00 di questa sera per Catanzaro. La chiusura del viaggio della memoria è prevista per il 4 novembre a Roma.

Nicola Cirigliano
Nicola Cirigliano
Articoli: 114